IMG_8459Giovanni Manzoni, nasce a Milano 17 anni fa, frequenta la quinta ragioneria e gioca a golf da 10. Il “Manzo”, così lo chiamano i suoi compagni di squadra e il suo coach Paolo Pustetto, è entrato in Nazionale due anni fa ed è innamorato di questo sport. Campione Nazionale match play l’anno scorso, ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei a squadre di quest’anno e l’ottavo posto ai Campionati Assoluti Medal oltre che aver centrato degli ottimi piazzamenti a livello internazionale: 11mo in qualifica ai Campionati Internazionali di Spagna e la convocazione per la Nations’ Cup con la squadra amatour.

Giovanni, ci racconti come ti sei avvicinato a questo sport?

“Mi sono avvicinato a questo sport grazie a mio papà che un giorno ha deciso di provare un nuovo sport e insieme siamo andati a provare il golf, da li è nata la mia passione per questo sport”.

Qual è la cosa che ti affascina di più di questa disciplina?

“La cosa che mi affascina particolarmente in questo sport è il fatto che si riescono a fare sempre nuove amicizie e ti permette di passare del tempo all’aria aperta”.

Quali sono i tuoi obiettivi?

“Uno dei miei obbiettivi e cercare di fare una buona carriera da amateur e poi avere un futuro da professionista magari vincendo anche qualche gara sull’European Tour.”

Come riesci a conciliare lo sport e lo studio?

“Conciliare lo sport con lo studio non è facile, cerco di dividere il pomeriggio: solitamente dopo scuola vado al golf a praticare per qualche ora per poi dedicare il resto della giornata allo studio”.

Da quanto tempo vesti la maglia azzurra? IMG_8458

“Vesto la maglia azzurra da 2 anni.”

Hai praticato altri sport in passato?

“Si, in passato ho praticato sci e calcio”.

Tiger, trionfo e abisso ….. cosa ne pensi ?

“Tiger è un grande campione e lo resterà per sempre.
Per esserlo non basta solo il talento, ma bisogna allenarsi duramente”.

Qual è il più bel ricordo agonistico che conservi?

“Il più bel ricordo agonistico che conservo è sicuramente la vittoria ai campionati italiani under 18 match play, è stata una bellissima emozione che non avevo mai provato prima”.

Sei favorevole a fare un’esperienza all’estero magari in qualche college americano o preferiresti continuare a giocare in Italia?

“Penso che il college americano possa essere un’ esperienza di vita importante, però credo che continuerò a giocare in Italia”.

Secondo te quali sono le Nazioni più avanzate in questa disciplina? l’Italia a livello tecnico in quale posizione si trova ?

“Dopo la gara che ho svolto in Giappone ho capito che uno dei paesi più avanzati nel golf è sicuramente l’ America anche perché hanno molti più giocatori. Comunque anche il nostro paese non è lontano dall’eccellenza, anzi, negli ultimi anni è cresciuta moltissimo.”

Cosa faresti per avvicinare più giovani a questo sport?

“Secondo me per cercare di far avvicinare più giovani a questo sport bisognerebbe incominciare a diffonderlo anche nelle scuole portando gli studenti sui campi da golf”.

Quali sono i tuoi prossimi appuntamenti?

“I miei prossimi appuntamenti saranno il Carries Trophy a fine luglio e il British Boys a metà agosto.”

In bocca al lupo “Manzo”…. stay “ganzo” 🙂 

 

 

Tanti auguri giuliafranchinigolf!

Il mio blog compie 10 anni! 
Iscriviti alla newsletter e riceverai il 10% su una lezione individuale.

Privacy

Iscrizione avvenuta con successo!